Loading...

Anno 1955

III° MOTOGIRO D’ITALIA

17 – 25  Aprile 1955

Circuito: Bologna , Trieste, Padova, Riccione, Pescara, Taranto,
Cosenza, Napoli, Perugia, Bologna.
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: Ritirato.
Documentazione di riferimento: Motociclismo (prot. 53),
La Nazione (prot. 54-67).

 

Anche nel 1955 l’appuntamento con il Motogiro coincise con la prima competizione dell’anno.
Nel 1955 il giro si svolse su un percorso di 3.438 chilometri, suddiviso in nove tappe. Alla partenza si potevano contare ben quattrocentoventisei corridori.
La partenza avvenne, come di consueto da Bologna. La prima tappa portò i centauri a Trieste dove, nella classe 175, giunse vincitore Mendogni su Morini. La mattina seguente la carovana del Motogiro ripartì alla volta di Padova, dove Mendogni ribadì il successo del giorno precedente, confermando anche la superiorità del mezzo di cui disponeva. La terza tappa prevedeva il trasferimento a Riccione. Questa frazione fu ad appannaggio di Lattanzi (Mondial) che vinse a oltre 125 Km/h di media. L’indomani il Motogiro raggiunse Pescara, in questa tappa tornò al successo Mendogni che consolidò così il suo primato in classifica generale. Da Pescara i motogirini percorsero la tappa più lunga del Giro, e raggiunsero Taranto. Nell’occasione si impose Speziali su Morini, a conferma del fatto che anche un tempo il mezzo tecnico era determinante. Nella sesta tappa, che collegava Taranto a Cosenza, tornò a vincere Mendogni, vero dominatore di questo Motogiro. Il giorno seguente il Motogiro raggiunse Napoli, dove Vezzalini si impose con una Moto Gilera. Nella tappa Umbra del Motogiro che si concluse a Perugia fu di nuovo Mendogni ad imporsi. Nella successiva tappa che concluse il Motogiro (Perugia-Bologna) tornò alla vittoria Speziali, che comunque non poté contrastare Mendogni, che vinse il terzo Motogiro d’Italia.
La gara dello Zio fu praticamente sempre in ombra, molto probabilmente a causa della moto, considerato che nessuna Moto Perugina si classificò mai nei primi dieci di nessuna delle nove tappe. Siccome le classifiche a nostra disposizione sono parziali e interessano solo i primi dodici arrivati, non sappiamo se magari ottenne qualche piazzamento degno di nota prima del ritiro, che avvenne comunque poco prima di Napoli.

VII° CIRCUITO PERLA DEL TIRRENO

2 Maggio 1955

Circuito: cittadino per le vie di Viareggio.
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: oltre il 5° classificato.
Documentazione di riferimento: La Nazione (prot. 68.

 

Le cronache dell’epoca raccontano che la gara della 175 cc. fu più vivace e combattuta della classe 250 che si era svolta nella stessa giornata.
Si contavano sedici partenti e sette diverse marche costruttrici, tra cui la C.M., la Devil , la Morini (che schierava la Rebello con Tassinari), la M.V., la Parilla e la Perugina che correva con Ambrosi, Trittici e Raspa. Quest’ultimo portò, al debutto in gara una monoalbero.
I primi giri videro in testa il forlinese Donatucci (M.V.), seguito da Rinaldi (Parilla) e Libanori (M.V.). Al sesto giro Tassinari era già in testa seguito da Libanori e Donatucci. Da questo momento la gara di testa si stabilizzò, e cominciarono i primi doppiaggi, prima vennero raggiunte le due tempi, poi le più tenaci a resistere furono le Comet e le Perugina. La gara si concluse con Tassinari vincitore su Morini, Libanori secondo e Rinaldi terzo.
Pur avendo una classifica incompleta che indica solo i primi cinque arrivati, possiamo supporre che le Moto Perugina abbiano concluso la gara, in quanto in fondo alla classifica si specifica che altri corridori hanno raggiunto il traguardo a distanza di più di un giro dal primo.

I° PREMIO OZO

19 Maggio 1955

Circuito: Campo di Marte (FI).
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: Ritirato.
Documentazione di riferimento: La Nazione (prot. 69,70)
Motociclismo (prot. 71).

 

Il circuito di Campo di Marte si snodava lungo il Viale Fanti e il Viale Malta, e permetteva medie intorno ai cento chilometri orari.
Nella classe 175, che prese il via alle 17.30, partirono: Santini (Parilla), Donatucci (M.V.), Tassinari (Morini), Grossi (M.V.), Pastorelli (M.V.), Maranghi (Mondial), Levantini (Parilla), Nutini (Beta), Rinaldi (Parilla), Ambrosi (Perugina), Reggioli (Devil), Sieni (M.V.), Raspa (Perugina), Mariani (Perugina), Baglioni (Gilera), Coppini (Beta) e Gigli (Mas).
La gara si svolse con una iniziale fuga di Tassinari che fu poi raggiunto da Donatucci. I due si batterono per il primato fino al ventottesimo giro, giro nel quale Tassinari fu costretto al ritiro. A quel punto si scatenò la lotta per il secondo posto che fu vinta da Nutini.
Lo Zio, anche in questa corsa fu appiedato dalla sua Moto Perugina, che si fermò prima della conclusione della gara, mentre il suo compagno di squadra (Raspa) riuscì a classificarsi al sesto posto.
Il 15 Maggio 1955 si svolse a Crema la prima prova del Campionato Italiano Juniores, la partecipazione dello Zio risulta molto improbabile in considerazione del fatto che in classifica non c’è neanche una Moto Perugina. (prot. 72)

II° CIRCUITO DI CAMERINO

22 Maggio 1955

Circuito: cittadino.
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: 5° classificato.
Documentazione di riferimento: Motociclismo (prot. 73).

 

Il via alla competizione fu dato dal Sindaco di Camerino. Fin dall’inizio fu chiara la superiorità della Morini pilotata da Mario Preta, il quale dovette combattere solo con il tenace Caldari su Parilla.
Ottime qualità furono espresse anche dal pilota della Beta Coppini, che concluse brillantemente in quarta posizione.
La cronaca, circa la squadra Perugina, dice testualmente: “Le moto Perugina hanno dimostrato le loro buone possibilità e ottimi sono stati i piloti Raspa, Ambrosi e Giacchetta, tre macchine partite, tre macchine arrivate.”
Da quest’affermazione concludiamo che fosse apprezzato sia il potenziale dei piloti che delle moto.
Per la cronaca vinse, come già ricordato, Preta che concluse i trenta giri di gara in 51′ 45″ alla media di 74.124 Km/h; lo Zio giunse quinto col tempo di 52’48”

CIRCUITO DI FABRIANO

5 Giugno 1955

Circuito: cittadino per le vie di Fabriano.
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: 1° classificato.
Documentazione di riferimento: Motociclismo (prot. 74).

 

La recensione che ho recuperato inizia così: “Folla di spettatori domenica 5 giugno al Circuito di Fabriano e buon successo tecnico-agonistico delle due corse in programma.”
Le due gare furono una per la classe 125 cc, nella quale si impose Baronciani su M.V., e una per la classe 175 cc, che vide al via numerosi contendenti.
Dopo qualche scaramuccia iniziale la gara si stabilizzò con Raspa in testa. Il suo predominio non durò a lungo, infatti a causa di noie meccaniche fu costretto a rientrare ai box. A quel punto il comando della gara venne preso da Ambrosi, che lo conservò sino alla fine, regalando alla Moto Perugina una brillante vittoria.
Il successo della Moto Perugina fu completo, lo Zio infatti si impose in 48′ 26″, terminando la gara alla media di 91,671 Km/h precedendo Brazzini su Morini e D’angelo anch’egli su Morini. Raspa, sempre su Perugina, che fu costretto al ritiro, stabilì comunque il giro più veloce in 1′ 10″ 4 alla media di 94.067 Km/h
L’8 giugno 1955 si può ipotizzare la partecipazione dello Zio al III° Circuito del Mugello, questo in considerazione del fatto che tra gli iscritti ci sono due moto Perugina per le quali doveva essere indicato il pilota. Tenendo conto che già nel 1954 vi partecipò, è probabile che vi fosse anche nel 1955.(prot. 75)

X° MILANO – TARANTO

19 Giugno 1955

Circuito: Milano Taranto.
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: 19° classificato.
Documentazione di riferimento: La Nazione (prot. 76,77),
Motociclismo (prot. 78).

 

Nelle cronache di presentazione della gara non ho trovato l’elenco completo dei partenti, per cui non conosciamo né il numero di gara né l’ora in cui lo Zio prese il via della decima edizione della Milano-Taranto.
Sappiamo che le Moto Perugina non erano certamente tra le favorite, nonostante ciò la possibilità di ottenere buoni piazzamenti non era esclusa a priori.
I primi partenti, come al solito, presero il via alla mezzanotte. L’edizione passò alla storia non tanto per la competizione che si svolse, ma per i tragici incidenti che la caratterizzarono. Infatti, in tre diversi incidenti morirono Lattanzi, Camilletti e Montevecchi.
Sul quotidiano da cui ho tratto le informazioni, è riportata un’impressionante foto scattata pochi minuti dopo la caduta di Lattanzi. Ritrae Lattanzi ormai privo di vita sul bordo della carreggiata, mentre la gara continua con il passaggio degli altri concorrenti.
Per ciò che riguarda la gara dello Zio sappiamo che si comportò molto bene, infatti giunse al 19° posto nel tempo di 14h 43′ 26″ contro il tempo di 12h08’45” fatto segnare dal primo classificato, che fu Preta su Morini. La gara dello Zio può considerarsi addirittura brillante, se si pensa che nei primi quaranta non vi sono altre Moto Perugina classificate.

CIRCUITO DI SERVIGLIANO

26 Giugno 1955

Circuito: cittadino per le vie di Servigliano (in prossimità di Fermo).
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: 10° classificato.
Documentazione di riferimento: Motociclismo (prot. 79).

 

Il circuito di Servigliano misurava 4,950 chilometri e si snodava per le vie cittadine. Nel 1955 fu introdotta una variante che rese più sicure due curve che i corridori affrontavano ad alta velocità. Un tratto abbastanza lungo del tracciato era in terra battuta e di larghezza non superiore ai tre metri, quindi i sorpassi erano piuttosto difficili.
La mattina si svolsero le prove che servirono a qualificare i corridori, mentre lo schieramento di partenza fu formato ad estrazione.
La classe 175 vedeva al via diciannove piloti in rappresentanza di cinque marche costruttrici.
Fin dall’inizio il comando fu preso da Brazzini su Morini, che lo mantenne con facilità fino all’arrivo complice anche un problema in partenza di Preta, sempre su Morini.
La gara della squadra Perugina fu davvero sfortunata, Raspa riuscì a percorrere dieci dei venti giri in programma, lo Zio si dovette fermare addirittura dopo solo tre giri di competizione, nonostante ciò, fu classificato al decimo posto.
Il 3 luglio del 1955 si svolse a Perugia la V°  Coppa Città di Perugia, valevole come terza prova del Campionato Italiano Seniores (per la classe 175). Siccome, però, lo Zio corse sempre nella categoria Juniores, non lo troviamo tra i partenti di questa competizione. (prot. 80-85)

II° CIRCUITO DI S. ERACLIO

10 Luglio 1955

Circuito: cittadino per le vie di Foligno.
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: 17.
Casco: non conosciuto.
Posizione: 7° classificato.
Documentazione di riferimento: La Nazione (prot. 86),
Motociclismo (prot. 87), Fotografie (prot. 1955 1).

 

Per la seconda edizione del Circuito di S. Eraclio erano in programma due gare, una promiscua nella quale parteciparono juniores e cadetti, ed una a carattere nazionale per moto della categoria 175 Sport.
Per la competizione nazionale presero il via diciotto concorrenti. L’inizio gara ebbe uno svolgimento abbastanza incerto, e per la vittoria lottarono Sartori su Mondial, Pastorelli su Perugina, e Tassinari su Morini.
Poi a causa del cedimento dei mezzi di Sartori e Pastorelli, Tassinari si involò verso un’agevole vittoria.
La classifica vide primo, appunto, Tassinari che completò i trentacinque giri di gara in 1h 1′ 5″ alla media di 103.670 Km/h, seguito da Olivato (sempre su Morini), e Romano su Parilla. Lo Zio si classificò al settimo posto a due giri con la migliore delle Moto Perugina.
Ritengo di poter dare per certa, nonostante la mancanza di testimonianze dirette, la partecipazione dello Zio al X° Circuito di Spoleto, tenutosi il 7 Agosto 1955  (prot. 88).

CIRCUITO DI CINGOLI

21 Agosto 1955

Circuito: cittadino per le strade di Cingoli (MC).
Moto: Perugina 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: Ritirato.
Documentazione di riferimento: Motociclismo (prot. 89).

 

Per questa manifestazione vennero messe in programma due competizioni, una riservata alla classe 125, ed una alla classe 175.
Lo starter della 175 fu Tarquinio Provini. Al via Raspa rimase al palo perdendo circa quaranta secondi, nonostante ciò non si diede per vinto e cercò di recuperare. Probabilmente non credeva più di poter vincere, anche considerato che Sartori (Mondial) e Ambrosi, suo compagno di marca, stavano viaggiando molto bene. Al diciottesimo giro però un violento acquazzone ribaltò la situazione, Sartori fu costretto al ritiro a causa di una caduta, mentre lo Zio si ritirò per noie all’accensione.
Con Tassinari in difficoltà sotto la pioggia, Raspa vinse la gara alla media di 93.140 Km/h precedendo Olivato (Perugina) e Brazzini (Morini).

CIRCUITO DI MONSUMMANO

Settembre 1955

Circuito: cittadino per le strade di Monsummano Terme (PT)
Moto: Perugina 175 cc
Numero di gara: non conosciuto
Casco: non conosciuto
Posizione: Ritirato
Documentazione di riferimento: Motociclismo (prot. 89 bis)

 

La quarta edizione del circuito velocità di Monsummano fu preparata sempre con grande passione, ma fu avversata da una noiosa pioggia che rese particolarmente pericolosa la gara.
Il programma prevedeva lo svolgimento della gara sia della cilindrata 75 che della 175, nella quale si cimentò lo Zio.
Dalla cronaca risulta che nella classe 175, presero la partenza dodici corridori, selezionati attraverso le batterie svoltesi prima della gara.
La gara fu vinta, dopo un’appassionate sfida con Nutini su Beta, da Maranghi con la Mondial. Nelle retrovie furono costretti al ritiro Fiorini, Reggioli e poi al sesto giro anche le Perugina di Ambrosi e Giacchetta, che fino a quel momento erano riusciti a mettersi in buona luce.
Anche le informazioni relative a questa gara sono state recuperate grazie all’attenzione del Sig. Franco Sabatini che nel suo leggere riviste dell’epoca, successivamente alla prima stesura del presente testo, ha estratto le copie degli articoli che mi ha gentilmente fornito.

2018-02-06T09:32:37+00:00

Archivio Tematico