Loading...

Anno 1957

V° MOTOGIRO D’ITALIA

6 – 14 Aprile 1957

Circuito: Bologna, Riva del Garda, Abano Terme, Riccione, Arezzo,
Perugia, Teramo, Chianciano Terme, Montecatini Terme, Bologna.
Moto: Motobi 175 cc con serbatoio bicolore e stondato, e con sella
artigianale e motore orizzontale.
Numero di gara: 132.
Casco: Bianco.
Posizione: Ritirato.
Documentazione di riferimento: La Nazione (prot. 118-130),
Motociclismo (prot. 131),Libretto di Stadio, Fotografie (1957 1).
Coppa (relativa alla tappa Arezzo-Perugia).

Anche nel 1957 la prima gara dell’anno fu il Motogiro. Lo Zio, per questa quinta edizione si presentò al via non più con una Moto Perugina, come era successo per i tre anni precedenti, ma in sella ad una Motobi 175, gareggiando nella categoria Formula 3.
Prese il via della competizione alle ore 12, 24 minuti e zero secondi, insieme a Mandini (Bianchi), Fantacchiotti (Morini), Parmentola (C.M.), Caldari (Parilla) e Costantini (Morini).
A causa della molteplicità di classi e formule, per esporre una cronaca completa della gara sarebbe necessaria una trattazione troppo lunga, quindi racconterò esclusivamente della classe 175 Formula 3, nella quale gareggiò Zio.
La prima tappa, la Bologna-Riva del Garda di 219 chilometri fu appannaggio di Olivato su Bianchi che concluse la prova alla media di 123,187 Km/h. Da Riva del Garda il Motogiro si portò ad Abano Terme, dove si confermò primo Olivato tenendo una media di 120,338 Km/h. Nella tappa successiva, la Abano-Riccione di 254 chilometri, la vittoria fu di nuovo di Olivato, ma troviamo che lo Zio si classificò al settimo posto di tappa. Tale risultato, cumulato con i precedenti, che non sono in grado di fornire, fece sì che lo Zio si insediò al quarto posto nella classifica generale. L’onore di interrompere l’incredibile serie positiva di Olivato toccò a Rottigni su Parilla, che si aggiudicò la quarta tappa, la Riccione-Arezzo di 164 chilometri, alla media di 89,781 Km/h. Lo Zio confermò i risultati ottenuti fino a quel momento, giungendo sesto nella tappa, e consolidando il quarto posto nella generale. Nella tappa di casa, la Arezzo-Perugia di 80 chilometri, lo Zio dimostrò ancora una volta le sue doti andando a vincere, sotto la pioggia, alla media di 104,310 Km/h davanti a Rottigni (Parilla). In classifica generale lo Zio, nonostante la vittoria non riuscì a salire sul podio, si confermò quarto a solo nove minuti e otto secondi dal primo in classifica. Nella tappa successiva, la Perugia-Teramo di 282 chilometri, a causa di problemi tecnici, lo Zio perse tempo prezioso, così alla fine si ritrovò dodicesimo nella tappa e al quinto posto nella generale; la vittoria di tappa andò a Perfetti su Bianchi, che così conquistò anche il primato in classifica generale. Il giorno seguente il Motogiro arrivò a Chianciano, dove vinse Rottigni su Parilla. Lo Zio ebbe nuovamente dei problemi, a causa dei quali perse molte posizioni nella generale. Nella tappa che da Chianciano raggiunse Montecatini lo Zio fu costretto al ritiro, infatti pur non avendo trovato specifica notizia non lo troviamo più tra “I concorrenti in gara”, per cui è evidente che non fu in grado di concludere l’ottava tappa. In questa frazione la vittoria andò a Dall’Ara su Bianchi che concluse alla media di 100,922 Km/h. Nell’ultima tappa si impose di nuovo Perfetti, mentre la vittoria nel Motogiro andò a Rottigni su Parilla che concluse il giro in 21h 02′ 45″ alla media di 97,881 Km/h.

Il 28 Aprile 1957 si tenne a Viareggio la prima prova del Campionato Juniores. E’ possibile che lo Zio vi partecipò, anche se purtroppo non sono stato in grado di recuperare documenti che mi permettano di avere certezza (prot. 132).

IV° CIRCUITO DI CAMERINO

19 Maggio 1957

Circuito: cittadino per le vie di Camerino.
Moto: Motobi 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: Ritirato.
Documentazione di riferimento: Motociclismo (prot. 133).

La classe 175 vide al via 15 concorrenti, selezionati attraverso le qualificazioni, che si tennero la mattina della gara.
Lo schieramento di partenza era così composto: Franceschini (Morini), Zubani (Morini), Manganelli (Bianchi), Fattori (Bianchi), Castellucci (Motobi), Ambrosi (Motobi), Raspa (Perugina), Cremaschini (Mi-Val), Frasca (MAS), D’Angelo (M.V.), Di Tommaso (M.V.), Riccitelli (Puch), Vissani (MAS), Vigorito (Morini) e Latini (C.M.).
Al via scattò in testa Franceschini, seguito da Zubani, Manganelli, Fattori, Cremaschini e Ambrosi. Al quarto giro Zubani prese il comando della corsa e non lo lasciò più fino al termine della competizione. Ci fu una vivace lotta per il secondo posto tra Fattori e Manganelli, che fu vinta da Fattori. Lo Zio presumibilmente ebbe dei problemi tecnici che lo costrinsero al ritiro, non si può spiegare altrimenti la sua assenza nella classifica finale.
Così come abbiamo supposto la partecipazione dello Zio alla prima prova del Campionato Juniores, altrettanto dobbiamo fare per la seconda prova, che si tenne a Siena il 19 Agosto 1957. (prot. 136)

SALITA VITERBO – PASSO MONTAGNA

27 Settembre 1957

Circuito: gara in salita Viterbo Passo Montagna.
Moto: Motobi 175 cc.
Numero di gara: non conosciuto.
Casco: non conosciuto.
Posizione: 1° classificato.
Documentazione di riferimento: Motociclismo (prot. 133 bis).

La gara, organizzata dal moto Club Massantini, si svolse sulla salita da Viterbo a Passo Montagna di 10,200 chilometri.
Nell’articolo da cui ho recuperato le informazioni si dà molta enfasi al fatto che erano molti i corridori provenienti dai dintorni e che tra l’altro si erano perfezionati sulla salita.
Anche per questa circostanza è di particolare rilevo il fatto che lo Zio vinse la sua categoria (classe 175 F3) con circa 5 secondi di vantaggio rispetto al secondo classificato Alberto Picca su Morini.
Anche le informazioni relative a questa gara sono state recuperate grazie all’attenzione del Sig. Franco Sabatini che nel suo leggere riviste dell’epoca ha estratto le copie degli articoli che poi mi ha gentilmente fornito, dopo la stesura della prima edizione.

2018-02-06T09:33:33+00:00

Archivio Tematico